www.Stil-Novo.com Home > Le pagine di... > Paolo < Mappa visite 28560 pagina E0 04
Le pagine di Paolo  
7 0i. Nota 970
6 0. Stagioni 1147
5 1. Primavera 936
4 2. Estate 874
3 3. Autunno 863
2 5. Notizia 954
1 4. Inverno 926
Letture totali Paolo: 6669
Istogramma delle letture
2: 5. Notizia

PAOLO FRASSON è nato e lavora a san Donà di Piave, in provincia di Venezia.
Ha pubblicato alcune raccolte di poesie: Games (1986), Ulisse ad Ogigia (1990), Il sorriso di Core (1992), Paesaggi (1996), Sentieri nel bosco (2000). Alcuni suoi articoli e interventi sono apparsi in varî volumi e riviste come “Le ipotesi del Soggetto e la Scienza”, “Arché Ipotesi”, “Cortesie per gli ospiti”. È autore anche del saggio introduttivo della monografia: Adriano Pavan, l’emozione del colore.


ADRIANO PAVAN è nato a Jesolo (Venezia) il 18 maggio 1935. Abita e lavora a San Donà di Piave.
Partecipa a concorsi con giuria e a collettive a partire dal 1951, quando aveva solo sedici anni. Nel 1954 allestisce la sua prima mostra personale. Nel 1956, a Milano, conosce il critico d’arte Mario Portalupi che scrive e pubblica una monografia dal titolo: Adriano Pavan, pittore del Piave, edita da Bino Rebellato nel 1960. Nel 1957 allestisce la sua prima mostra personale milanese al “Centro Artistico San Babila”. Negli anni successivi, sempre a Milano, allestisce le personali nella “Galleria d’Arte V.E. Barbaroux”, ancora punto d’incontro dei più importanti artisti italiani del tempo.
A Milano, Adriano Pavan instaura rapporti di amicizia con diversi artisti e critici d’arte come: Villani, Lepore, Monteverdi, Valsecchi, Kaisserlian, Mussio, Longa e altri ancora. Nel 1965, partecipa ai “Premi San Fedele” e viene selezionato con altri ventitré pittori a rappresentare la giovane pittura italiana in una mostra a Sesto San Giovanni. Sempre a Milano, negli anni ’60, vince il Premio A.N.C.I., importante concorso al quale partecipavano i migliori artisti di quel tempo (Brindisi, Migneco, Russo, Dalla Zorza, Fanesi ecc.).
È un momento magico per l’artista, tanto che i critici parlano “del pittore più premiato d’Italia” e ogni sua mostra viene recensita con ampio spazio nei quotidiani e nelle riviste specializzate. Gallerie d’Arte come “Ghelfi” e “San Luca” di Verona, “Fondaco 31” di Bari, “Inquadrature” di Firenze, “Caver” di Torino, “Verrocchio” di Pescara, “Marsilio” di Padova, “Monpti” di Monaco di Baviera, “Barbaroux” di Milano e altre ancora, lo invitano ad esporre. Nel 1982 entra a far parte del gruppo della rivista d’arte “D’Ars” di Milano che gli organizza delle personali in tutta Italia. Ha ricevuto numerosi premi e ha al suo attivo già varie mostre antologiche, nelle quali ha esposto anche 250 opere.
Una bibliografia aggiornata sul suo lavoro d’artista si può trovare nella recente monografia: Adriano Pavan, l’emozione del colore, edita nell’occasione dell’ultima antologica.


avanti =>
 
pagina E0 04 visite 28 560 Home > Le pagine di... > Paolo < Mappa software di Gianfranco Novo GfN