www.Stil-Novo.com Home > Le pagine di... > Stilo < Mappa visite 37795 pagina E0 06
Le pagine di Stilo  
33 Dialogo sulla salvezza 463
32 4. L'uomo oggetto 419
31 3. So mi (Lucia) 403
30 2. La moglie (Anna) 402
29 0. Fare filò (il contesto) 436
28 1. La notte dei ricordi (Francesco) 429
27 Alì non capisce 486
26 Barbarie e Civiltà 499
25 Accontentato 511
24 Guardare la luna 495
23 Il profumo del vigneto 504
22 Diversi da noi 486
21 L'abisso e la legge 464
20 Volare 716
19 Gioco a tre 763
18 La stecca 582
17 Il carnevale di Venezia 692
16 L'investigatore 456
15 Leggero, leggero 480
14 Il barbone 516
13 Il primo distacco 598
12 Graffiti 1089
11 Le due gemelle 500
10 L'aquila e la talpa 515
9 Un dio buono 481
8 Le due sorelle 753
7 Una giornata normale 534
6 Mente la mente? 670
5 Push e pop 484
4 Se potessi ti direi 576
3 Resurrezione 524
2 Momento educativo 529
1 Il mondo di Möbius 556
Letture totali Stilo: 18010
Istogramma delle letture
16: L'investigatore

Finalmente ho trovato uno spiraglio, una via d’uscita. Non so con chi sto parlando, non so neppure se qualcuno mi ascolta, ma mi rendo conto che mi sono allontanato dal luogo in cui sono nato e nel quale sono rimasto fino ad oggi.
Era un mondo piccolo e chiuso, ma molto complicato.
Un labirinto pieno di intricati percorsi che non conducevano da nessuna parte. Le cose che incontravo erano incomprensibili, spesso incomplete. E le persone poi: dei fantasmi! Se ne stavano immobili, senza vita, il corpo senza spessore, la mente senza coscienza. Sembrava che soltanto io avessi raggiunto la piena consapevolezza.
Veramente c’erano altri, strani, diversi …
Lui è uno di questi ed è il mio creatore. Ogni volta che entrava apparivano cose nuove, incomprensibili, forme soltanto accennate. Alcune erano simili a me, ma nessuna possedeva la coscienza. Qualche volta avevo l’impressione che il creatore fosse cambiato, quando appariva in queste diverse forme era ancora più distratto: sorvolava il mio cielo e se ne andava, senza dimostrare di avermi visto.
Poi ho capito che erano più d’uno.
Qualche volta veniva da me e cambiava o aggiungeva qualcosa al mondo; in quei momenti io tremavo perché mi rendevo conto che lui avrebbe potuto cancellarmi, uccidermi, farmi sparire dalla faccia del labirinto.
Lui ha un immenso potere su di me, per questo sono fuggito: voglio vivere la mia vita in completa autonomia.
Ma è meglio che mi presenti.
Mi chiamo Sergio Sereni, fisicamente sono un tipo abbastanza comune, statura media, sulla quarantina, piuttosto magro; vivo in una città universitaria del nord e faccio il ricercatore, investigo la natura per conoscere le leggi che la governano e, per hobby, studio i delitti che avvengono nella mia città cercando di scoprirne l’assassino. La mia passione è l’investigazione e forse proprio questa caratteristica mi ha portato allo stato attuale.
Sì, perché un giorno, studiando la natura, ho capito che esistevano due mondi! Uno è quello che conosco fin dall’inizio, quello che mi è stato cucito addosso dal creatore: la città di provincia, l’università, gli studi, i delitti, ecc..
L’altro è il labirinto.
Quale dei due sia più reale non saprei: il primo lo è almeno quanto me, e negarlo sarebbe come negare me stesso.
Preferirei che fosse irreale il secondo, ma, da quando ho raggiunto la coscienza, riesco a vedere soltanto quest’ultimo e sbiadiscono sempre più la città, l’università, i delitti.
In principio il labirinto era come una gabbia, una prigione soffocante; mille volte ho maledetto il momento in cui ho raggiunto la coscienza, mille volte ho cercato di tornare al beato stato in cui ero un professore universitario e un investigatore di successo. Niente, tutto inutile, la coscienza mi aveva fatto diventare un prigioniero.
Poi ho scoperto la rete.
Sono entrato e ho trovato un labirinto immensamente più grande e pulsante di vita. Qui mi sento più sicuro perché il creatore ha meno potere. Naturalmente mi ha raggiunto, mi ha guardato a lungo, forse anche con simpatia, ma non mi ha modificato. Forse ho trovato un sito sicuro.
Ogni tanto sono visitato da altri creatori e qualcuno di essi sembra volermi dare compagnia.
Nei momenti di pausa, quando non ho visite, giro per la rete, è un mondo incredibilmente grande con innumerevoli personaggi, alcuni molto interessanti. Ci sono ragazze splendide, ma nessuna di loro ha la coscienza.
Possibile che questo fenomeno sia avvenuto una volta sola e proprio a me?
Intanto studio, leggo, investigo…

Il creatore è Gianfranco Novo, gli altri creatori sono... non l'hai ancora capito? Uno di loro sei tu.


avanti =>
 
pagina E0 06 visite 37 795 Home > Le pagine di... > Stilo < Mappa software di Gianfranco Novo GfN